1. facebook
  2. Linkedin
  3. Instagram

Giovedì 12 Ottobre

TORREGROSSA

Lo scorso settembre - all’annuale conferenza ATypI 2016 di Varsavia - Microsoft, Google, Apple e Adobe hanno annunciato la più grande novità tecnologica in ambito tipografico degli ultimi 20 anni: OpenType 1.8. La nuova tecnologia, oggi solo agli albori, promette di cambiare radicalmente il modo in cui si disegnano, gestiscono e utilizzano i font sia nei progetti digitali che in quelli cartacei, introducendo tra gli altri il concetto di font variations: la possibilità di salvare dozzine e dozzine di varianti di stile (peso, postura, estensione orizzontale o verticale, eccetera) all'interno di un singolo carattere digitale, trasformandolo di fatto in un font responsive - in grado di adattarsi facilmente a tutte le altre variabili (dispositivi di visualizzazione, distanza dell'occhio, orientamento del display, eccetera).

Relatore: Stefano Torregrossa, Onice Design

 

ZANARDI

I mercati sono sempre più esigenti e i clienti finali  sempre più attenti ma al contempo pigri e abitudinari. Nell’era della complessità servono approcci multidisciplinari, contenuti rilevanti, semplicità per attirare l’attenzione dei clienti e costruire con essi una connessione emotiva e interiore. Punto focale la Customer Experience che rappresenta la somma delle esperienze, emozioni e ricordi che un cliente ha maturato nella sua interazione con il Brand in tutte le fasi del suo ciclo di vita. Il cliente sviluppa consapevolezza, esprime un bisogno, scopre i prodotti e servizi che lo soddisfano, è attratto da questi ultimi, matura aspettative verso il brand, interagisce con esso attraverso svariati punti di contatto e molteplici canali.

Relatore: Marco Zanardi, Realtà Group

 

MILANI

Il mondo della comunicazione visiva sembra aver dimenticato quali sono i linguaggi espressivi per trasmettere efficacemente i messaggi istituzionali, commerciali e sociali. I due elementi fondamentali per stimolare il cliente sono la ragione e l’emozione che hanno lo scopo di coinvolgerlo in un’esperienza che lo attrae per creatività e lo informa con concretezza.

Relatore: Maurizio Milani, Maurizio Milani Graphic Design

 

ALA

L’intento dell’incontro è aprire una riflessione seria su cosa e come comunicano le città del terzo millennio, oggi che la globalizzazione ha livellato gli standard di vita dei cinque continenti. Quali sono i nuovi parametri per rendere interessante al pubblico il proprio territorio? In questi anni molte città europee e italiane sono state soggetto e oggetto di grandi trasformazioni economiche e sociali.Il cambio epocale delle attività che le ha caratterizzate nel secolo scorso è corrisposto in alcuni casi con la creazione e in altri con la riscoperta di un'identità, assopita dall'incedere della società dei consumi. Città fortemente caratterizzate da una cultura locale sono state investite dalla presenza di nuovi cittadini provenienti altre aree del mondo. La multiculturalità è oggi una condizione presente su tutti i territori europei, non solo a Londra, Parigi,  Monaco, ma anche in  Italia, come ad esempio a Milano e Torino, entrambe veri laboratori attivi nella la ricerca di forme e strumenti idonei alla comunicazione di questa loro nuova identità.

Il seminario è in fase di accreditamento presso il CNAPPC per il rilascio di 2 crediti formativi

Introduce: Marcella Gabbiani, ALA Assoarchitetti
Moderatore: Fortunato D’Amico, architetto
Relatori: Enrico Carlesi, regista e fotografo; Elia Festa, artista

L'incontro è patrocinato dall'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano.